Esame urine – capire le analisi delle urine

L’esame urine da molte informazioni sulla salute. Si usa per la diagnosi e il monitoraggio di molte condizioni (infezioni, problemi renali). Quindi è molto richiesto in vari casi e come esame di routine. L’esame urine completo è un’esame chimico, fisico e microscopico delle urine.

Vediamo le informazioni più importanti sull’esame urine con questa semplice guida.

►Indice dei contenuti

 

Che cos’è l’esame urine? Punti chiave

L’urina è prodotta dai reni. I reni eliminano con l’urina scarti, minerali, fluidi e altre sostanze del sangue. L’urina ha centinaia di rifiuti di corpo differenti. Quello che mangi e bevi e quanto i reni funzionano può influenzare le urine.

Sull’urina si possono fare più di 100 esami. L’esame delle urine classico (detto anche urine: esame chimico fisico e microscopico) controlla l’aspetto, la concentrazione e il contenuto delle urine. Si usa per rilevare e gestire molti disturbi. Come infezioni del tratto urinario, malattie renali e diabete. Un risultato anormale delle analisi delle urine può significare una malattia o disturbo.

Ad esempio, un’infezione del tratto urinario può dare all’urina aspetto torbido invece che chiaro. L’aumento dei livelli di proteine ​​nelle urine può significare una malattia renale. Risultati delle analisi delle urine insoliti spesso richiedono altri test per capire la causa del problema.

 

A cosa serve? L’esame delle urine perché si prescrive?

Nel dettaglio un esame delle urine è una test di routine fatto per:

  • Diagnosticare una condizione medica. Il medico richiede un esame urine, in caso di dolori addominali, mal di schiena, urina frequente o dolorosa, sangue nelle urine o altri problemi urinari. Un esame di urine aiuta la diagnosi. Serve, ad esempio per trovare una malattia o infezione del tratto urinario. I sintomi di un’infezione urinaria possono essere: urine colorate o di odore strano, febbre.
  • Monitorare una condizione medica. Se hai una patologia il medico può chiedere un esame dell’urina per il monitoraggio e la cura. Ad esempio per malattie delle vie urinarie, ipertensione o malattie renali.
  • Controllare la salute generale. Il medico può prescrivere un esame delle urine come esame di routine. Ad esempio per controllare la gravidanza, prima di un intervento chirurgico o, al momento del ricovero. Anche per il controllo di vari disturbi (diabete, malattie renali e malattie del fegato).

Altri test (test di gravidanza e test antidroga) usano un campione di urine, ma non sono inclusi in un esame delle urine tipico. Ad esempio, il test di gravidanza misura un ormone gonadotropina corionica umana (HCG). Test antidroga rilevano droghe specifiche o principi attivi.

A volte viene richiesto un esame urine completo con esame urine delle 24 ore (diuresi). Spesso viene richiesto l’esame delle urine completo con urinocoltura, anche con antibiogramma.

Come ci si prepara

  • Per l’esame completo delle urine è necessario digiunare per 8 – 12 ore prima della prova.
  • Non mangiare cibi che possono colorare l’urina (more, barbabietole, rabarbaro).
  • Evita di fare attività fisica prima della raccolta.
  • Informa il medico se hai il ciclo o è in arrivo. Il medico potrebbe rimandare l’esame.
  • Molti farmaci e integratori possono influenzare i risultati. Prima di un esame urine, informa il medico su farmaci o integratori assunti. Il medico può chiederti di smettere di prendere alcuni farmaci che colorano l’urina. Tra questi: vitamina B, fenazopiridina (Pyridium), rifampina e fenitoina (Dilantin). Informa il medico anche se prendi diuretici, che possono influenzare i risultati del test. Non interrompere l’uso senza indicazione del medico.

La preparazione cambia nel caso di esame colturale delle urine e nel caso di creatinina clearance.

 

Esame urine: come si raccoglie l’urina?

Per maggiori informazioni sulla raccolta delle urine contatta il laboratorio o vieni in sede

Si può raccogliere un campione di urina a casa o in laboratorio. Il medico fornirà un contenitore per l’urina, il nostro laboratorio analisi a Vittoria (RG) lo fornisce gratuitamente.

 

Regole generali per la raccolta delle urine

È possibile che venga chiesto di raccogliere la prima urina del mattino perché in quel momento l’urina è più concentrata. Risultati anomali sono così più evidenti.

È importante non contaminare il contenitore con peli o feci e non lavarlo neanche con acqua.

In alcuni casi, il medico inserisce un tubo sottile e flessibile (catetere) per raccogliere il campione di urina.

 

Raccolta dal mitto intermedio

Per certe analisi bisogna raccogliere il campione dal mitto intermedio (per l’urinocoltura ad esempio).

Questo metodo prevede le seguenti fasi:

  1. Purificare l’apertura urinaria, genitali esterni e interni. Le donne dovrebbero pulire le labbra. Gli uomini la punta del pene.
  2. Iniziare a urinare nella toilette, eliminando il primo getto.
  3. Passare il contenitore di raccolta nel flusso di urina.
  4. Urinare almeno 30 – 59 millilitri nel contenitore.
  5. Finire di urinare nella toilette.
  6. Consegnare il campione entro 60 minuti dal prelievo, oppure refrigerare il campione, a meno che non è stato indicato diversamente dal medico.

Quindi senza raccogliere la prima e ultima parte.

Nel caso di raccolta urine per esame delle urine completo con urinocoltura può essere utilizzato lo stesso campione raccolto in un contenitore sterile.

 

La raccolta urine 24 ore come si fa?

Se viene richiesto anche l’esame delle urine delle 24 ore bisogna usare 2 campioni diversi.

Per la raccolta urine 24 ore bisogna raccogliere le urine per 24 ore partendo dalla seconda del mattino (fino alla prima del mattino dopo).

Quindi:

1 Usa le prime urine del mattino del primo giorno per l’analisi delle urine: esame chimico fisico e microscopico.

2 Dalla seconda urina raccogli le urine per 24 ore in un contenitore di capienza di 4 L circa. Non lavare il contenitore.

3 Raccogli l’urina fino alla prima del secondo giorno.

racolta urine per esame urine completo

Il contenitore urine da utilizzare

È necessario sempre un contenitore urine monouso. Non contaminarlo con peli, feci o acqua. In base agli esami da fare servirà un tipo di contenitore:

Contenitore urinocoltura e/o contenitore per esame urine completo. Il nostro laboratorio offre il contenitore urine al costo gratuito. È necessario un contenitore sterile per urine.

Contenitore per urine di 24 ore. Il contenitore per raccolta urine 24 ore deve avere una capienza maggiore del contenitore sterile per l’esame completo: circa 3 Litri.

 

Parametri analizzati nell’esame delle urine

Per l’esame delle urine, il campione di urine viene valutato in tre modi: esame visivo, test astina (strisce reattive) ed esame microscopico (sedimento urinario). Vediamoli meglio.

 

Vedi l’offerta: check-up esami funzionalità renale

Esame visivo

Con l’esame visivo si controlla l’aspetto della urina. in particolare:

  • Colore. Con valori normali, l’urina è di solito chiara. Il colore delle urine varia per molti motivi. Ad esempio: idratazione, dieta, medicinali e malattie. Urine scure indicano che hanno poco liquido e non sei idratato e viceversa se sono chiare. Il colore delle urine può cambiare in base a cosa hai mangiato. Ad esempio, barbabietole, rabarbaro e more,  possono dare un colore rosso. Alcuni medicinali o il sangue nelle urine possono dare all’urina colore scuro (rosso-marrone).
  • Limpidezza. L’urina è normalmente chiara. Batteri, sangue o sperma possono rendere urinaria torbida. La torbidità può indicare anche un’infezione.
  • Odore. L’urina non ha odore forte, ma fastidioso. Alcune malattie cambiano l’odore dell’urina. Ad esempio, un’infezione con batteri Escherichia coli può causare un cattivo odore o insolito.

 

Test astina (esame con strisce reattive)

Una striscia reattiva (bastoncino di plastica con prodotti chimici) a contatto con le urine rileva anomalie. Le strisce cambiano colore se sono presenti certe sostanze o se i loro livelli sono più alti.

Un esame con strisce reattive controlla:

  • Reazione (pH). Il livello di pH indica la quantità di acido nelle urine. Livello di pH anormale può indicare un disturbo renale o del tratto urinario. Un pH di 4 è molto acido, 7 è neutro (né acido né alcalino), 9 è molto alcalino. A volte il pH dell’urina è influenzato da alcuni farmaci.
  • Peso specifico (o concentrazione). La misura di concentrazione, o peso specifico, mostra la concentrazione delle particelle nelle urine. Mostra anche se i reni bilanciano i liquidi nelle urine. Maggiore è il peso specifico, meno acqua c’è nelle urine.Valori alti spesso sono causati da carenza di liquidi o funzionalità renale alterata.
  • Proteine. Di solito ci sono bassi livelli di proteine nelle urine. Piccoli aumenti del livello di proteine di solito non sono preoccupanti, ma quantità maggiori possono indicare un problema ai reni. Alcune malattie, in particolare malattie renali, febbre, esercizio fisico, gravidanza possono causare proteine nell’urina.
  • Zucchero (o glucosio). Normalmente la quantità di zucchero (glucosio) nelle urine è troppo bassa per essere rilevata. Se l’esame rileva glucosio nelle urine, di solito, si fa un’analisi di controllo per il diabete (glicemia). Il glucosio si può trovare anche con problemi ai reni.
  • Chetoni (corpi chetonici). Quando bruci i grassi, il corpo crea i chetoni che vanno nell’urina. Come con lo zucchero, qualsiasi quantità di chetoni nelle urine potrebbe essere segno di diabete mellito e richiede altri esami del sangue. Chetoni alti nelle urine possono indicare chetoacidosici diabetica, una complicanza del diabete. Anche una dieta con pochi carboidrati o vomito possono aumentare i chetoni nelle urine.
  • Bilirubina (pigmenti biliari). Bilirubina nelle urine può indicare danni o malattie al fegato. La bilirubina è prodotta dalla rottura di globuli rossi. La bilirubina viene trasportata nel sangue e poi nel fegato, dove viene rimossa nella bile.
  • Urobilina. L’aumento di urobilina può essere causato da danni al fegato. L’urobilina viene ricavata dalla riduzione della bilirubina. Questa riduzione viene svolta ad opera della flora batterica intestinale.
  • Evidenza di infezione (nitriti ed esterasi leucocitaria). I batteri che causano infezioni delle vie urinarie (IVU) creano un enzima che converte i nitrati urinari in nitriti. Nitriti nelle urine indicano che è presente un IVU. L’esterasi leucocitaria mostra i leucociti (globuli bianchi o WBC) nelle urine. Esterasi leucocitaria nelle urine può significare un’infezione del tratto urinario. Se si trovano nitriti o esterasi leucocitaria – prodotti dai globuli bianchi – può essere un segno di infezioni delle vie urinarie.
  • Sangue (e/o emoglobine e/o mioglobina). La presenza di sangue nelle urine richiede ulteriori test: potrebbe essere un segno di danni renali, infezioni ai reni o alla vescica, cancro del rene o della vescica, o malattie del sangue.

 

Esame microscopico (del sedimento urinario)

Durante questo esame, si esaminano alcune gocce di urina al microscopio. Se una qualsiasi di queste sostanze ha livelli alti, può essere necessario fare altri esami:

  • Leucociti (o globuli bianchi) può essere un segno di un’infezione, infiammazioni, malattie renali o delle vie urinarie. Queste condizioni possono causare sangue nelle urine. Anche l’esercizio fisico intenso può causare sangue nelle urine (ematuria da sforzo).
  • Emazie (globuli rossi o eritrociti) può essere un segno di malattia renale, malattia del sangue, infezioni, infiammazioni o di altra condizione medica (come il cancro alla vescica). L’esercizio fisico intenso può anche causare sangue nelle urine.
  • Batteri (o miceti o lieviti) possono indicare un’infezione.
  • Getta (proteine tubolari) possono formarsi a causa di disturbi renali.
  • Sali amorfi (cristalli) si formano da sostanze chimiche nelle urine, la presenza può indicare calcoli renali.
  • Cellule epiteliali (delle alte e delle basse vie urinarie) di norma sono pochi. Una presenza maggiore può indicare un’infezione delle vie urinarie.
  • Cilindri (insieme di proteine con forma cilindrica) si possono formare a causa di disturbi renali.risultati esame urine

Inoltre, spesso sono richiesti altri esami di urina insieme all’esame completo. Vediamoli.

 

Esame delle urine delle 24 ore

Potrebbe essere richiesta anche quest’analisi. Fornisce tante informazioni sulla quantità di urine prodotte al giorno in totale e sull’escrezione di sostanze come proteine, amminoacidi o elettroliti (come il sodio urinario o il potassio nelle urine).

 

Urinocoltura

Spesso viene richiesto l’esame delle urine completo con urinocoltura, anche con antibiogramma. Si usa per la diagnosi e il monitoraggio di infezioni.

Per informazioni vedi: esame colturale delle urine.

 

Costo esame urine

Generalmente, senza ricetta, l’esame urine completo ha costo di 5€. Con ricetta costa 2,17€ (più 10€ di quota fissa del ticket per ogni ricetta).

 

Costo esame urine completo con esame urine 24 ore

Il costo dell’esame di urine completo con esame urine 24 ore varia in base a quanti esami sono richiesti con l’esame di urine delle 24 ore: ogni esame costa a partire da 1 euro ad esame prescritto con ricetta e 5 euro circa senza ad esame. A questo va sommato il costo di analisi urine completo.

Ad esempio: creatinina clareance 1,60€, calcio 1,13€.

 

Costo esame urine completo con urinocoltura

Al prezzo dell’esame di urine va sommato il costo dell’urinocoltura (+10€); se l’urinocoltura è positiva può essere richiesto anche l’antibiogramma (+20€). Quindi, in regime privato, il costo di analisi urine completo con urinocoltura e antibiogramma è di 35€, senza antibiogramma 15€.

Tempi di consegna dei risultati dell’esame completo delle urine

Il giorno stesso del prelievo. Per urgenza anche 2 ore.

L’esame completo delle urine è eseguibile il sabato.

 

Prezzo del contenitore urine

Il nostro laboratorio fornisce il contenitore urine al costo gratuito.

Per urinocoltura ed esame urine completo costa circa 1,50€, si compra in farmacia. Per il contenitore urine 24 ore, il prezzo in farmacia è da 2 a 5€ circa.

 

Risultati dell’esame delle urine

Come leggere gli esami delle urine?

Parametri analizzati e risultati dell’esame urine
Parametro Valori
Colore Normale: giallo chiaro
Anormale: molti alimenti e farmaci possono influenzare il colore delle urine. L’urina trasparente può essere causata da una malattia renale cronica o dal diabete incontrollato. Invece l’urina scura può essere causata da disidratazione. L’urina rossa può essere causata da sangue nelle urine.
Limpidezza Normale: limpido
Anormale: L’urina torbida può essere causata da pus (globuli bianchi), sangue nelle urine (globuli rossi), sperma, batteri, lieviti, cristalli, muco o infezioni.
Odore Normale: odore leggermente fastidioso
Anormale: Alcuni alimenti (come gli asparagi), le vitamine, infezioni e antibiotici (come la penicillina) possono cambiare l’odore dell’urina. Un odore dolce e fruttato può essere causato dal diabete non controllato.
Peso specifico Normale: 1.005-1.030
Anormale: Un peso specifico alto significa che l’urina è molto concentrata. Questo può essere causato dal bere poco, perdite di liquidi (con vomito, sudore o diarrea) o da sostanze nell’urina (zucchero o proteine). Peso specifico basso significa urina diluita. La causa può essere bere troppo, malattie renali o uso di diuretici .
pH Normale: 4.6-8.0
Anormale: Alcuni alimenti (tipo agrumi) e medicinali (come antiacidi) possono influire sul pH dell’urina. Un pH alto (alcalino) può essere causato da vomito, malattie renali, alcune infezioni del tratto urinario e asma. Un pH basso (acido) può essere causato da malattie polmonari, diabete incontrollato, aspirina, diarrea, disidratazione, malnutrizione o alcol.
Proteine Normale: Nessuna
Anormale: Le proteine nelle urine possono indicare la presenza di problemi renali, infezioni, cancro, pressione alta, diabete, lupus o glomerulonefrite .

La proteine nelle urine indicano anche insufficienza cardiaca, leucemia, avvelenamento da piombo o mercurio o preeclampsia (solo in gravidanza).

Glucosio Normale: 1-15 milligrammi per decilitro (mg / dL) o 60-830 micromoli per litro (mcmol / L) in un campione di 24 ore.

Nell’esame spot, se normale, non c’è glucosio.

Anormale: le flebo possono portare glucosio nell’urina. Può essere causato anche da diabete incontrollato, problemi alle ghiandole surrenali, danni al fegato, lesioni cerebrali, alcuni tipi di avvelenamento e alcune malattie renali. Lo zucchero nelle urine è normale nelle donne in gravidanza.
Chetoni Normale: Nessuno
Anormale: I chetoni si trovano spesso nelle urine quando una persona non mangia per 18 ore o più. Succede anche se una persona è malata e non può mangiare o vomita per più giorni. Quindi anche con anoressia nervosa o bulimia. I chetoni nelle urine ci sono anche con diabete non controllato e abuso di alcool. La gravidanza può invece causare bassi livelli di chetoni nelle urine.
Analisi microscopica Normale: sono pochi o non visibili i globuli rossi, globuli bianchi e getta. Non sono presenti batteri, parassiti o cellule squamose. Normalmente vi sono pochi cristalli.
Anormale:

Globuli rossi nelle urine possono essere causati da lesioni renali o vescicali, calcoli renali, infezioni urinarie, tumori renali o vescicali o lupus.

Globuli bianchi (pus) nelle urine possono essere causati da un’infezione delle vie urinarie, tumore della vescica, infiammazione dei reni, lupus o infiammazione dei genitali.

Presenza di getta può significare un problema ai reni, insufficienza cardiaca o infezione batterica.

Grandi quantità di cristalli possono significare calcoli renali, problemi di metabolismo o renali. Anche alcuni farmaci e infezioni del tratto urinario possono causare cristalli nell’urina.

I batteri nelle urine significano un’infezione delle vie urinarie (IVU). Lieviti o parassiti (come il parassita che provoca tricomoniasi) possono significare un’infezione del tratto urinario.

La presenza di cellule epiteliali può indicare che il campione non è stato raccolto bene. Il medico può chiedere di dare un altro esame di urina.

Volume Normale: 800-2 500 millilitri (mL) per 24 ore.

I valori potrebbero variare tra i laboratori

 

Cosa influenza i risultati?

Alcuni fattori possono modificare i risultati delle analisi:

  • Il ciclo mestruale in corso o in arrivo.
  • Medicinali, come diuretici, eritromicina, trimetoprim o alte dosi di vitamina C (acido ascorbico) presa insieme ad antibiotici, come la tetraciclina.
  • Avere fatto esami con materiale di contrasto radioattivo negli ultimi 3 giorni.
  • Non portare il campione di urina al laboratorio entro 1 ora.

 

Altre informazioni sull’esame completo delle urine

Un esame di urine, da solo, non fornisce sempre una diagnosi definitiva e può essere richiesto con altri esami. I risultati anomali possono o meno richiedere altri controlli e analisi del sangue.

Risultati leggermente diversi dal normale in un esame urine non sono sempre motivo di preoccupazione. Potrebbe non essere necessari altri controlli. Tuttavia, se vi è stata diagnosticata una malattia renale o delle vie urinarie, con valori elevati può essere necessario cambiare terapia.

In caso di risultati anormali dell’esame urine, il medico può richiedere altri esami. Ad esempio un’urinocoltura, ecografia dei reni o cistoscopia, sodio, potassio, calcio, creatinina, clearance della creatinina, emocromo.

L’esame urine è un esame di routine, spesso svolto con glicemia, colesterolo, trigliceridi, transaminasi, emocromo. Vedi l’offerta: esami del sangue di base e esami funzionalità renale.

Per raccogliere l’urina da una persona malata o in ospedale può essere utilizzato il catetere. L’uso del catetere consente di raccogliere un campione pulito.

Esami correlati sono:

  • Albumina e microalbuminuria. Se i reni funzionano correttamente, può esserci una piccola presenza di albumina nell’urina. Ma se i reni sono danneggiati, c’è albumina alta nelle urine. Si chiama albuminuria o microalbuminuria alta.
  • Urinocoltura. Lurinocoltura serve a cercare la presenza di batteri nelle urine che causano infezioni delle vie urinarie. L’urinocoltura con antibiogramma indica la terapia più adatta ai batteri trovati.
  • Proteina Bence Jones. È una proteina di solito assente. La presenza di proteina di Bence Jones nelle urine può essere causata da mieloma multiplo, insufficienza renale o anemia.
  • Sodio nelle urine. I livelli di sodio nelle urine indicano se si è ben idratati e se ci sono problemi renali.
  • Potassio nelle urine. Anche i valori di potassio nelle urine, danno informazioni su idratazione e funzionalità renale.

Fonti:

McKean SC, et al. Urinalysis and urine electrolytes. In: Principles and Practice of Hospital Medicine. New York, N.Y: The McGraw-Hill Companies; 2012. http://www.accessmedicine.com. Accessed Aug. 8, 2016.

Scrivi un Commento