Neutropenia – neutrofili bassi

La neutropenia si verifica quando si hanno pochi neutrofili, un tipo di globuli bianchi. I globuli bianchi aiutano il tuo corpo a combattere le infezioni. I neutrofili sono importanti per combattere alcune infezioni specifiche: quelle causate dai batteri.

Spesso non ci accorgiamo di avere la neutropenia. Si scopre solo facendo gli esami del sangue, magari per altri motivi.

Se un singolo esame del sangue mostra neutrofili bassi non significa che hai la neutropenia. I valori possono variare da un giorno all’altro, quindi se un esame del sangue mostra neutropenia, deve essere ripetuto per una conferma.

La neutropenia può renderti più vulnerabile alle infezioni. Se è pronunciata, anche i normali batteri della bocca e dell’apparato digerente possono causare gravi malattie.

Resta aggiornato su offerte e novità. Segui la community social, pensa al benessere.

Indice

 

Tipi di neutropenia

Esistono quattro tipi di neutropenia:

 

Congenita

La neutropenia congenita compare alla nascita. La se è grave, è anche chiamata sindrome di Kostmann. Provoca valori di neutrofili molto bassi. In alcuni casi, i neutrofili sono assenti. Ciò mette a rischio di infezioni gravi neonati e bambini.

 

Ciclica

La neutropenia ciclica compare alla nascita. I valori dei neutrofili variano in un ciclo di 21 giorni, da normali a bassi. La fase di neutropenia può durare alcuni giorni. I valori normali ritornano per il resto del ciclo.

 

Autoimmune

Nella neutropenia autoimmune, il corpo produce anticorpi che combattono i tuoi neutrofili. Questi anticorpi uccidono i neutrofili, causando neutrofili bassi. La neutropenia autoimmune non compare già dalla nascita.

 

Idiopatica

La neutropenia idiopatica si sviluppa in qualsiasi periodo della vita e può colpire chiunque. La causa è sconosciuta.

 

Le cause

Numerosi fattori possono causare neutropenia attraverso la distruzione, il calo della produzione o la conservazione anormale dei neutrofili.

 

Cancro e trattamenti contro il cancro

La chemioterapia è una causa comune di neutropenia. Oltre a uccidere le cellule tumorali, la chemioterapia può anche distruggere i neutrofili e altre cellule sane. Altre cause di neutropenia sono la leucemia e la radioterapia.

 

Farmaci

  • Farmaci usati per trattare la tiroide iperattiva, come il metimazolo
  • Alcuni antibiotici, tra cui penicillina
  • Farmaci antivirali come ganciclovir
  • Farmaci antinfiammatori per condizioni come la colite ulcerosa o l’artrite reumatoide
  • Alcuni farmaci antipsicotici, come clozapina e clorpromazina
  • Farmaci usati per trattare il ritmo cardiaco irregolare

 

Infezioni

 

Malattie autoimmuni

  • Granulomatosi con poliangioite (granulomatosi di Wegener)
  • Lupus
  • Artrite reumatoide

 

Disturbi del midollo osseo

  • Anemia aplastica
  • Sindromi mielodisplastiche
  • Mielofibrosi

 

Altre cause

  • Condizioni presenti alla nascita, come la sindrome di Kostmann (un disturbo che comporta un calo dei neutrofili prodotti)
  • Motivi sconosciuti, si tratta di neutropenia cronica idiopatica
  • Carenze vitaminiche
  • Anomalie della milza

Le persone possono avere neutropenia senza un rischio di infezione maggiore (neutropenia benigna).

Le cause mostrate qui sono spesso associate a questo sintomo. Affidati ad un medico per una diagnosi accurata.

neutropenia - valori di neutrofili bassi

Chi è a rischio?

Il rischio di neutropenia aumenta in condizioni come:

  • Cancro
  • Leucemia
  • Sistema immunitario indebolito

Anche la chemioterapia e la radioterapia aumentano il rischio.

La neutropenia idiopatica colpisce pazienti di tutte le età, ma le persone di 70 anni o più sono a rischio maggiore. Uomini e donne hanno lo stesso rischio.

 

Quando vedere un dottore

La neutropenia non ha sintomi evidenti, quindi non andrai dal tuo medico per questo. La neutropenia in genere si scopre facendo gli esami del sangue per altri motivi.

Parla con il medico per capire i risultati del test. Una diagnosi di neutrofili bassi combinata a risultati di altri test potrebbe indicare la causa del tuo problema. Potrebbe anche essere necessario ripetere l’esame del sangue per confermare i risultati o fare ulteriori test per scoprire la causa di neutropenia.

Se hai la neutropenia, contatta subito il medico se hai segni di un’infezione, che possono includere:

  • Febbre superiore a 38 gradi C
  • Brividi e sudore
  • Tosse nuova o che peggiora
  • Respiro affannoso
  • Dolori alla bocca
  • Mal di gola
  • Cambiamenti nell’urina
  • Torcicollo
  • Diarrea
  • Vomito
  • Rossore o gonfiore intorno a qualsiasi area in cui la pelle è rovinata o tagliata
  • Perdite vaginali
  • Dolori

In caso di neutropenia, il medico può indicarti come ridurre il rischio di infezione: facendo vaccini, lavando le mani spesso e bene, indossando una maschera facciale, evitando grandi folle e chiunque abbia un raffreddore o altra malattia contagiosa.

Quali sono i sintomi di neutropenia?

I sintomi di neutropenia possono variare da lievi a gravi. Più basso è il livello dei neutrofili, più i sintomi sono intensi.

I sintomi tipici includono:

  • Febbre
  • Polmonite
  • Infezioni del seno
  • Otite media
  • Infezione all’orecchio
  • Gengivite o infiammazioni alle gengive
  • Onfalite o infezione ombelicale
  • Ascessi cutanei

La neutropenia grave congenita può avere sintomi gravi. I sintomi includono spesso infezioni batteriche. Queste infezioni possono crescere sulla pelle e nei sistemi digestivo e respiratorio.

I sintomi della neutropenia ciclica si ripresentano in cicli di tre settimane. Le infezioni possono crescere quando i livelli di neutrofili diminuiscono.

I sintomi della neutropenia autoimmune e idiopatica comprendono le infezioni. Di solito non sono così severi come quelli nelle forme congenite.

Il medico può usare questi test per diagnosticare la neutropenia:

  • Un esame emocromocitometrico completo (CBC), che conta i neutrofili
  • Esami di controllo periodici di emocromo possono aiutare il medico a controllare variazioni dei neutrofili tre volte alla settimana per sei settimane
  • Un’analisi del sangue di anticorpi verifica la neutropenia autoimmune
  • Il medico può usare l’aspirato midollare per testare le cellule del midollo osseo
  • Una biopsia del midollo osseo esamina un pezzo di midollo osseo
  • I test citogenetici e molecolari studiano le strutture delle cellule

 

Trattare la neutropenia

La maggior parte dei casi di neutropenia può essere trattata con fattori stimolanti le colonie di granulociti (G-CSF). Questi causano la crescita dei neutrofili nel midollo osseo. G-CSF può aumentare il numero di neutrofili. Il G-CSF si somministra in genere come iniezione.

La terapia può includere trapianti di midollo osseo. Si usa quando c’è la leucemia o il G-CSF fallisce.

Le seguenti terapie possono anche trattare le infezioni che provoca il disturbo:

  • Antibiotici
  • Farmaci antinfiammatori
  • Corticosteroidi
  • Citochine
  • Glucocorticoidi
  • Immunoglobuline
  • Farmaci immunosoppressivi
  • Trasfusioni di globuli bianchi
  • Vitamine

offerte e check-up medici del laboratorio analisi

Prognosi

La neutropenia può durare mesi o anni. Si chiama acuta se dura meno di tre mesi. Quando dura più a lungo, si chiama cronica.

Livelli inferiori di neutrofili possono causare infezioni pericolose. Queste infezioni possono essere pericolose per la vita se non trattate.

Avere una neutropenia congenita grave aumenta il rischio di altre condizioni. Secondo la National Library of Medicine degli Stati Uniti, circa il 40% delle persone con neutropenia congenita ha una riduzione della densità ossea. Questo li mette a un rischio più elevato di osteoporosi. Circa il 20% ha la leucemia o altra malattia del sangue o del midollo osseo nell’adolescenza.

Il trattamento della neutropenia aiuta a vivere una vita normale. La gestione richiede:

  • Monitoraggio annuale del midollo osseo
  • Esami mensili di emocromo
  • Supporto emotivo
  • Terapia psicologica

 

Puoi prevenire la neutropenia?

Non si conosce alcuna prevenzione specifica per la neutropenia. Tuttavia, la National Neutropenia Network consiglia quanto segue per ridurre le complicazioni:

  • Mantenere una buona igiene orale. Fai regolari esami dentistici e usa un collutorio antibatterico
  • Fai i vaccini
  • Chiama un medico se la febbre supera 38 ° C
  • Lavati bene le mani
  • Cura tagli e graffi
  • Utilizza antibiotici e antimicotici come indicato
  • Parla con il medico prima di viaggiare all’estero

Queste misure preventive possono evitare complicanze della neutropenia. Parla con il medico di eventuali sintomi che hai.

Scrivi un Commento