Cibi antitumorali e dieta antitumorale

Il cancro è una delle principali cause di morte in tutto il mondo. Non si capisce bene come si sviluppi. Tuttavia, sembra che lo stile di vita aiuta a prevenire il 30-50% di tutti i tumori. Si parla infatti spesso del legame tra alimentazione e tumori e di dieta antitumorale. I ricercatori cercano inoltre ogni giorno di capire quali sono i cibi cancerogeni e i migliori cibi antitumorali. I motivi sono vari:

  1. Molti studi indicano appunto che certe abitudini alimentari aumentano o diminuiscono il rischio di cancro
  2. Si ritiene inoltre che l’alimentazione sia cruciale nel trattare il cancro

In questo articolo vediamo i principali temi da sapere sul legame tra alimentazione e tumori.
Resta aggiornato su offerte e novità. Segui la community social, pensa al benessere.


Indice

 

Cibi cancerogeni: aumentano il rischio di cancro?

dieta antitumorale

Prima di parlare di cibi antitumorali vediamo i potenziali cibi cancerogeni.

È difficile dimostrare che certi alimenti causano il cancro.

Tuttavia, vari studi indicano che l’eccesso di alcuni cibi può aumentare il rischio di tumore. Ecco i più noti alimenti cancerogeni:

 

Zucchero e carboidrati raffinati

Gli alimenti trasformati ad alto contenuto di zuccheri, poveri di fibre e sostanze nutritive sembrano aumentare il rischio di cancro.

La ricerca mostra che una dieta con picchi di glucosio nel sangue è associata ad un alto rischio di diversi tumori: stomaco, mammella e colon-retto.

Uno studio condotto su oltre 47.000 adulti mostra che la dieta ricca di carboidrati raffinati raddoppia le probabilità di morire di cancro al colon rispetto ad una dieta povera di carboidrati raffinati.

Si pensa anche che glicemia e insulina alte nel sangue siano fattori di rischio del cancro. L’insulina stimola la divisione cellulare, favorendo lo sviluppo delle cellule tumorali e rendendole più difficili da eliminare.

Questo potrebbe essere il motivo per cui le persone con diabete – una condizione con glicemia e insulina alte nel sangue – hanno più rischio di alcuni tipi di cancro.

Ad esempio, il rischio di cancro al colon-retto è del 122% più alto nei diabetici.

Per proteggerti dal cancro, limita o evita cibi che aumentano i livelli di insulina, come cibi ricchi di zuccheri e carboidrati raffinati.

 

Carne lavorata

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ritiene che la carne lavorata sia cancerogena, quindi causa il cancro.

Per carne lavorata si intende carne trattata per conservare il sapore. Quindi insaccati, affumicati e sotto sale. Ad esempio würstel, prosciutto, pancetta, salame e altri insaccati.

Il rischio di cancro del colon-retto sembra maggiore in chi consuma più carne lavorata. Molti studi rilevano il 18-50% di rischio in più, anche mangiando poche quantità.

Alcuni studi accusano anche la carne rossa di essere cancerogena (questo e questo). Tuttavia, questi studi spesso non distinguono carne rossa lavorata e non, il che altera i risultati.

 

Cibo cotto a temperatura troppo elevata

La cottura di alcuni cibi a temperature elevate può produrre in essi sostanze nocive (ammine eterocicliche e glicazione avanzata). Grigliare, friggere, affumicare o cuocere alla brace sono cotture da evitare.

L’accumulo eccessivo di composti dannosi può causare infiammazione e può avere un ruolo nello sviluppo di cancro e altre malattie.

Inoltre, alcuni alimenti producono maggiori quantità di questi composti dannosi se cotti a temperature elevate. Ad esempio cibi animali ricchi di grassi e proteine, così come i cibi molto lavorati.

Ad esempio carne – in particolare carne rossa – alcuni formaggi, uova, burro, margarina, maionese, oli, noci e cibi in scatola.

Per ridurre al minimo il rischio di cancro, evita di cuocere troppo il cibo. Scegli cotture delicate, soprattutto se cucini carne, scegli cottura a vapore, stufato o bollitura. Anche marinare il cibo può aiutare.

 

Latticini

Diversi studi hanno rilevato che l’eccesso di latticini può aumentare il rischio di tumore alla prostata.

Degli studiosi hanno seguito circa 4.000 uomini con cancro alla prostata. I risultati hanno rilevato che l’eccesso di latte intero aumenta il rischio di progressione della malattia e morte.

Servono comunque altre ricerche per capire possibili cause ed effetti.

La causa può essere l’eccesso di calcio o il fattore di crescita insulino-simile (IGF-1) – fattori collegati al cancro alla prostata.

 

Quindi

L’abuso di alimenti ricchi di zuccheri e carboidrati raffinati, così come di carne lavorata e troppo cotta, può aumentare il rischio di cancro. Inoltre, un eccesso di latticini pare collegato al cancro alla prostata.

 

Essere sovrappeso o obesi aumenta rischio di cancro

Oltre al fumo, essere obesi è la maggiore causa di cancro.

Aumenta il rischio di 13 diversi tipi di cancro, inclusi esofago, colon, pancreas e reni, così come il cancro al seno in menopausa.

Si stima che dieta e obesità siano la causa del 30% di tutte le morti per cancro.

L’obesità aumenta il rischio di cancro in almeno tre modi:

  1. Il grasso in eccesso causa insulino-resistenza. Quindi, le cellule non assorbono bene il glucosio, e si dividono più velocemente.
  2. Le persone obese tendono ad avere livelli più elevati di citochine pro-infiammatorie nel sangue. Ciò causa infiammazione cronica e incoraggia le cellule a dividersi
  3. I grassi aumentano i livelli di estrogeni, il che aumenta il rischio di cancro al seno e alle ovaie nelle donne in menopausa

La buona notizia è che diversi studi hanno dimostrato che perdere peso può ridurre il rischio di cancro.

 

quindi

Essere obesi o in sovrappeso è uno dei maggiori fattori di rischio per diversi tipi di cancro. Trovare il peso forma può aiutare a proteggersi.

 

Alimenti antitumorali: alcuni alimenti hanno proprietà anti-cancro?

cibi antitumorali

Bisogna fare una piccola premessa:

Non esiste un singolo supercibo che previene il cancro.

Non credere a chi li propone.

Piuttosto, un approccio completo alla dieta antitumorale è di sicuro più vantaggioso.

Gli scienziati stimano la dieta sana può ridurre il rischio di tumore fino al 70%. E potrebbe anche aiutare nella cura.

Si pensa che certi alimenti combattono il cancro bloccando i vasi sanguigni che lo alimentano. Questo processo si chiama antiangiogenesi.

Tuttavia, parlare di alimentazione e tumori è complesso. L’efficacia di certi cibi antitumorali varia a seconda di come vengono coltivati, lavorati, conservati e cotti.

Alcuni dei principali gruppi di alimenti antitumorali sono:

 

Verdure

Vari studi affermano che le verdure riducono il rischio di cancro.

Molte verdure contengono antiossidanti e fitochimici anti-cancro.

Ad esempio, le verdure crocifere (broccoli, cavolfiori e cavoli) contengono sulforafano. Questa sostanza sembra ridurre il tumore nei topi di oltre il 50%.

Altre verdure, come pomodori e carote, si sono rivelate utili a ridurre il rischio di cancro a prostata, stomaco e polmoni (fontefonte).

 

Frutta

Insieme alle verdure, sono la base di ogni dieta antitumorale. Infatti, come le verdure, i frutti sono miniere di sostanze anticancro: antiossidanti e fitochimici. Rientra a pieno titolo tra i cibi antitumorali.

Una ricerca ha rilevato che tre porzioni di agrumi a settimana riducono il rischio di cancro allo stomaco del 28%.

 

Semi di lino

I semi di lino sembrano proteggere da e ridurre alcuni tumori.

Ad esempio, uno studio ha rilevato che mangiare 30 grammi di semi di lino al giorno blocca la crescita e la diffusione del tumore alla prostata.

Risultati simili sono apparsi in donne con tumore al seno.

 

Spezie

Alcuni studi sugli animali hanno scoperto che la cannella può avere proprietà anti-cancro e impedisce la diffusione di cellule cancerogene.

Inoltre, la curcumina, presente nella curcuma, può aiutare a prevenire il cancro. Uno studio durato un mese ha rilevato che 4 grammi di curcumina al giorno riducono del 40% le lesioni nel colon potenzialmente cancerose.

 

Fagioli e legumi

Fagioli e legumi sono ricchi di fibre. Alcuni studi suggeriscono che la fibra possa proteggere dal cancro, del colon-retto in particolare. Per questo sono ritenuti cibi antitumorali.

 

Noci

Le noci possono ridurre il rischio di alcuni tipi di cancro.

Ad esempio, lo conferma uno studio condotto su più di 19.000 persone che mangiavano spesso noci.

 

Olio d’oliva

Molti studi mostrano legami tra olio d’oliva e basso rischio di cancro.

Consumare olio d’oliva riduce il rischio di cancro fino al 42%.

 

Aglio

L’aglio contiene allicina, sostanza con proprietà antitumorali.

Alcuni studi hanno trovato un legame tra il consumo di aglio e un minor rischio di certi tipi di cancro: allo stomaco e alla prostata (fonte).

 

Pesce

È provato che mangiare pesce fresco aiuta a prevenire il cancro. Il merito sembra dei grassi sani che possono ridurre l’infiammazione.

Un’ampia revisione di 41 studi ha rilevato che il consumo regolare di pesce riduce il rischio di cancro del colon-retto del 12% (fonte). Per questi motivi il pesce rientra tra i cibi antitumorali.

 

Latticini

Al contrario di quanto detto poco fa, la molti studi suggeriscono che mangiare certi prodotti caseari può ridurre il rischio di cancro del colon-retto.

È importante il tipo e la quantità di latticini consumati.

Alcuni latticini rientrano appunto tra i cibi antitumorali. Ad esempio, il consumo moderato di latticini di alta qualità, come prodotti a base di latte fermentato e latte di mucche allevate ad erba, può avere un effetto protettivo.

Ciò è dovuto alle maggiori quantità di acidi grassi benefici, acido linoleico coniugato e vitamine liposolubili.

Tuttavia, l’eccesso di latticini di produzione industriale e trasformati è associato ad un maggior rischio di alcune malattie, tra cui il tumore.

Non si capisce bene il perché di questi risultati, la causa potrebbero essere gli ormoni presenti nel latte di alcune mucche o il fattore di crescita insulino-simile (IGF-1).

 

QUINDI

Non esiste un alimento che da solo protegge dal tumore. Tuttavia, una dieta ricca di diversi cibi antitumorali sani, come frutta, verdura, cereali integrali, legumi, spezie, grassi sani, pesce fresco e latticini di alta qualità, può ridurre il rischio di cancro.

 

Le diete a base di vegetali possono proteggere dal cancro

Come abbiamo visto, i vegetali rientrano tra i cibi antitumorali.

Infatti un maggior apporto di alimenti vegetali è associato a un rischio ridotto di tumore.

Gli studi hanno rilevato che seguire una dieta vegetariana o vegana abbassa il rischio di sviluppare o morire di cancro.

In effetti, vari studi rilevano che i vegetariani possono avere un rischio di cancro inferiore dell’8% e i vegani del 15%. Per questo, la dieta a base vegetale può considerarsi dieta antitumorale.

Tuttavia, questi risultati si basano su studi osservazionali, significa che difficile capire i possibili motivi.

È probabile che vegani e vegetariani mangino più verdura, frutta, soia e cereali integrali, e ciò può proteggere dal cancro.

Inoltre, spesso consumano meno cibi trasformati o scotti. Cibi collegati a un rischio di tumore più elevato.

 

QUINDI

Seguire diete a base vegetale, come vegetariane e vegane, può ridurre il rischio di cancro. Ciò risulta dovuto dal maggiore apporto di frutta, verdura e cereali integrali (cibi antitumorali), nonché a un minor consumo di alimenti trasformati.

 

La dieta può avere benefici per chi ha già il cancro

Malnutrizione e perdita di massa muscolare sono comuni in chi ha il cancro. Ciò è negativo per la salute e la sopravvivenza.

Bisogna chiarire una cosa:

Nessuna dieta cura il cancro.

Tuttavia, una corretta alimentazione è vitale per accompagnare le cure contro il cancro, ridurre i brutti sintomi e migliorare il recupero e la qualità della vita.

Ai malati di tumore si indica sempre una dieta sana ed equilibrata che include proteine ​​magre, grassi sani, frutta, verdura e cereali integrali. Inoltre si sconsiglia eccesso di zucchero, caffeina, sale, cibi trasformati e alcol.

Una dieta bilanciata, con proteine e calorie di alta qualità, può prevenire l’atrofia muscolare.

Per proteine ​​di qualità si intende carne magra, pollo, pesce, fagioli, noci e semi.

Il cancro e le sue terapie possono avere effetti collaterali come nausea, perdita di appetito, diarrea e stitichezza. A volte levano l’appetito.

Se hai uno di questi sintomi, parla con un dietologo o un medico qualificato. Può consigliare come gestire i sintomi e mangiare bene.

Inoltre, le persone con il cancro dovrebbero limitare le vitamine, perché agiscono come antiossidanti e possono interferire con la chemioterapia se assunte in eccesso.

 

QUINDI

La dieta ottimale previene la malnutrizione, può migliorare la qualità della vita e la guarigione nelle persone con il cancro.

check up esami marcatori tumorali

La dieta chetogenica promette bene nel combattere il cancro, ma le prove sono deboli

Resta aggiornato su offerte e novità. Segui la community social, pensa al benessere.


Gli studi sugli animali e le prime ricerche sugli esseri umani suggeriscono che la dieta chetogenica, povera di carboidrati e grassi, può aiutare a prevenire e curare il cancro.

Glicemia e insulina alte sono fattori di rischio per il cancro.

La dieta chetogenica abbassa i livelli di zucchero e di insulina nel sangue, rallentando la crescita delle cellule tumorali (fonte).

Infatti, ricerche sugli animali dimostrano che la dieta chetogenica può fermare i tumori e migliorare i tassi di sopravvivenza.

Altri studi sull’uomo indicano inoltre altri benefici delle dieta chetogenica: nessun effetto collaterale e, in alcuni casi, migliore qualità della vita.

Una recente ricerca sul trattamento dei tumori cerebrali ha concluso che la dieta chetogenica potrebbe migliorare gli effetti di altre terapie, come chemioterapia e radioterapia.

Tuttavia, non ci sono abbastanza studi per affermare che la dieta chetogenica è utile contro il cancro.

È importante notare che questa dieta non sostituisce le cure consigliate dai medici.

Se decidi di provare una dieta chetogenica insieme ad altre terapie, chiedi prima un parere medico, poiché una dieta sbagliata può peggiorare la salute.

 

QUINDI

Le prime ricerche suggeriscono che la dieta chetogenica può ridurre la crescita tumorale e migliorare la qualità della vita senza gravi effetti collaterali. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche.

 

Cibi antitumorali e dieta antitumorale: in conclusione

Sebbene non esistano miracolosi cibi antitumorali per prevenire il cancro, alcune ricerche indicano che la dieta può aiutarti.

Una dieta ricca di frutta, verdura, cereali integrali, grassi sani e proteine ​​magre è utile come dieta antitumorale.

Al contrario, carni lavorate, carboidrati raffinati, sale e alcol possono aumentare il rischio.

Sebbene nessuna dieta cura il cancro, le diete vegetariane e chetogeniche possono ridurre il rischio o migliorare le cure.

Le persone malate di cancro dovrebbero seguire una dieta sana ed equilibrata per preservare la qualità della vita e migliorare la propria salute.
check up esami marcatori tumorali

Scrivi un Commento