Alimentazione e tumori: cosa mangiare?

La dieta sana può aiutarti a regolare il peso. Mantenere un peso sano è importante, perché l’obesità è la seconda causa di cancro dopo il fumo. La dieta può anche ridurre il rischio di cancro. Insomma, alimentazione e tumori sono correlati. È così, lo afferma il Cancer Research UK. Alcuni cibi, come carne rossa, carne lavorata e cibi salati, possono aumentare il rischio di cancro. Mentre altri cibi antitumorali, come frutta, verdura e cibi ricchi di fibre, possono ridurlo.

Per consigli su come fare una dieta sana per mantenere un peso ideale e ridurre il rischio di cancro visita come beneficiare di una dieta sana.

Indice

 

Alimentazione e tumori che puoi prevenire

La dieta sembra collegata a diversi tipi di cancro:

  • Cancro alla bocca
  • Tumore alla gola superiore
  • Cancro alla laringe
  • Cancro ai polmoni
  • Tumore allo stomaco
  • Tumore all’intestino

check up esami marcatori tumorali

Quali alimenti abbassano o aumentano il rischio di cancro?

Gli scienziati devono fare studi molto ampi per vedere quali alimenti possono ridurre il rischio di cancro e quali possono aumentarlo. Molti studi sono in corso, incluso lo studio EPIC. Questo è il più grande studio su alimentazione e tumori mai fatto fino ad oggi. Valuta da molti anni oltre 500.000 persone provenienti da 10 paesi europei.

Vediamo meglio quali alimenti aumentano il rischio di cancro e quali sono i cibi antitumorali.

 

Frutta e verdura possono ridurre il rischio di cancro?

Mangiare frutta e verdura sembra abbassare rischio di cancro alla bocca, alla gola e ai polmoni. Sembrano le basi dell’alimentazione antitumorale.

La frutta e la verdura sono anche le basi di una dieta sana. Sono un’ottima fonte di vitamine e minerali, oltre che di fibre. Frutta e verdura aiutano anche a regolare il peso: hanno poche calorie ma saziano molto.

alimentazione antitumorale

In che modo la carne rossa e la carne lavorata possono aumentare il rischio di cancro?

Molte ricerche mostrano che mangiare carne rossa e lavorata può aumentare il rischio di cancro all’intestino, allo stomaco e al pancreas.

Per carne lavorata si intende prosciutto, pancetta, salame e salsicce. La carne rossa comprende manzo, maiale e agnello, freschi, macinati o surgelati. La carne bianca (come il pollo) e il pesce non sembrano invece aumentare il rischio di tumore.

Gli scienziati pensano che le carni rosse e lavorate aumentano il rischio di cancro in molti modi. La colpa è delle sostanze chimiche di queste carni. Alcuni prodotti chimici sono già nella carne e altri si creano durante la cottura e la conservazione della carne.
Resta aggiornato su offerte e novità. Segui la community social, pensa al benessere.


La carne rossa (e la carne rossa lavorata) contiene un pigmento chiamato eme. L’eme può irritare o danneggiare le cellule. Può anche alimentare la produzione di sostanze chimiche nocive, quindi può aumentare il rischio di cancro. Quasi tutte le carni rosse contengono molto più eme delle carni bianche. Ciò potrebbe spiegare perché le carni rosse aumentano il rischio di tumori mentre le carni bianche no.

Per conservare la carne lavorata si usano spesso prodotti chimici chiamati nitrati e nitriti. Nel corpo, i nitriti possono diventare N-nitroso composti (NOC): sostanze chimiche cancerogene. Molti studi indicano come cancerogene queste sostanze chimiche. Per questo, la carne lavorata aumenta il rischio di cancro più della carne rossa stessa.

La cottura della carne ad alte temperature, come frittura, grigliate o barbecue, può produrre sostanze chimiche cancerogene chiamate ammine eterocicliche (HCA).

 

Le fibre riducono il rischio di cancro?

Molti studi dimostrano che cibi ricchi di fibre proteggono dal cancro dell’intestino. Alimenti ricchi di fibre sono frutta, verdura, legumi e cibi integrali, ma i migliori sembrano i cereali integrali. Non è ben chiaro il meccanismo, tuttavia, le fibre alimentari sembrano ridurre il rischio di cancro all’intestino in vari modi.

La fibra stimola le feci e aiuta le persone ad andare di corpo più spesso. Quindi, le sostanze chimiche dannose nelle feci rimangono meno a contatto con l’intestino. La fibra aiuta anche i batteri dell’intestino a produrre sostanze chimiche utili. Tutto ciò può aiutare a ridurre il rischio di cancro.

 

Gli alimenti conservati con il sale possono aumentare il rischio di tumore?

I cibi conservati sotto sale sembrano aumentare il rischio di tumore allo stomaco. Gli alimenti sotto sale includono alcune verdure in salamoia, pesce salato e salumi.

Il sale aumenta il rischio di cancro allo stomaco danneggiando il suo rivestimento, questo causa l’infiammazione. Rendono anche la parete dello stomaco più sensibile alle sostanze chimiche cancerogene. Il sale potrebbe anche interagire con un batterio chiamato Helicobacter pylori, che può causare ulcere gastriche e tumore allo stomaco.

La relazione tra sale nell’alimentazione e tumore allo stomaco è poco chiara, anche se non si può escludere un legame.

 

Condividi benessere

Ti saremmo grati se volessi condividere questo messaggio tramite social network o e-mail, in modo che più persone controllino alimentazione e tumori nel modo migliore.

Scrivi un Commento