Rischio cardiovascolare: la prevenzione

rischio cardiovascolare

Rischio cardiovascolare: guida alla prevenzione cardiovascolare passo dopo passo. Il Laboratorio Analisi D’Errico di Vittoria RG ti spiega subito come prevenire

 

prevenzione rischio cardiovascolare

Il rischio cardiovascolare rappresenta le probabilità di accadimento diuna patologia cardiovascolare (malattia a carico del cuore o dei vasi sanguigni) in base alla presenza di alcuni fattori predisponenti in un soggetto.

I fattori di rischio predisponenti agiscono in maniera multifattoriale allo sviluppo della patologia. Sono ben identificati e di conseguenza è possibile quindi prevenire malattie cardiovascolari tramite il controllo e l’eliminazione dei fattori di rischio cardiovascolare.

In questo articolo capiremo meglio quali sono i fattori di rischio cardiovascolare e avrai la possibilità di calcolare qual è il tuo valore di rischio. Vedremo come limitare il rischio cardiovascolare e come prevenire le malattie cardiovascolari.

Fattori di rischio cardiovascolare: quali sono, come influiscono e come monitorarli?

I fattori di rischio cardiovascolare si dividono in:

  • fattori di rischio cardiovascolare non modificabili (che non dipendono dallo stile di vita, il rischio aumenta: all’aumentare dell’età, nel sesso maschile, nei casi di familiarità ovvero parenti con eventi cardiovascolari giovanili)
  • fattori di rischio cardiovascolare modificabili che sono controllabili con lo stile di vita

Vediamo meglio i fattori di rischio cardiovascolare modificabili

Ipercolesterolemia (colesterolo totale alto): valori del colesterolo totale maggiori di 240 mg/dl

Colesterolo HDL basso: valori del colesterolo HDL ≤40 mg/dl negli uomini e ≤50 mg/dl nelle donne

Colesterolo LDL alto: valori del colesterolo LDL ≥115mg/dl

Iperglicemia: valori della glicemia a digiuno compresi tra 110 e 125 mg/dl

Ipertrigliceridemia: valore dei trigliceridi maggiore o uguale a 150 mg/dl

Ipertensione arteriosa: valori della pressione arteriosa sistolica ≥140 o diastolica ≥90 mmHg

Diabete: valori della glicemia a digiuno superiori o uguali a 126 mg/dl (o trattamento specifico)

Sindrome da insulino-resistenza: concomitanza di almeno tre delle seguenti condizioni:

  • regolazione alterata della glicemia (valori glicemia a digiuno ≥110 mg/dl)
  • trigliceridemia alta (≥150 mg/dl)
  • colesterolo HDL basso (uomo ≤40 mg/dl, donna  ≤50 mg/dl)
  • obesità addominale (circonferenza della vita maggiore di 102 cm negli uomini e di 88 nelle donne)
  • pressione arteriosa elevata (≥130/85 mmHg)

Obesità: indice di massa corporea (BMI) maggiore o uguale a 30 Kg/m²

Sovrappeso: indice di massa corporea (BMI) 25,0-29,9 Kg/m²

Adiposità a livello addominale: circonferenza vita negli uomini ≥102 cm e ≥88 cm per le donne oppure calcolata tramite il rapporto vita/fianchi avente risultato ≥0,95 negli uomini e ≥0,85 nelle donne

Sedentarietà: stile di vita sedentario sia nell’attività lavorativa che nel tempo libero

Tabagismo: per tabagismo o attitudine al fumo si intende anche una sola sigaretta al giorno, a settimana o al mese; diverso da chi non hanno mai fumato (mai fumatori) o chi ha smesso di fumare da almeno un anno (ex fumatori)

Rischio cardiovascolare globale assoluto: calcolato in base a otto fattori di rischio (sesso, età, tabagismo, diabete, colesterolo totale e HDL, pressione sistolica, terapie antipertensive). Si calcola su individui con età compresa tra i 35 e i 69 anni che non abbiano mai avuto un precedente problema cardiovascolare.

Calcolo del rischio cardiovascolare

Usa la tabella per fare un preciso calcolo del rischio cardiovascolare secondo la metodologia standardizzata. Oltre i valori delle analisi cliniche da monitorare, secondo indicazione dell’istituto superiore di sanità, potrebbe essere opportuno effettuare un insieme di “esami per il cuore”. Vediamo meglio quali tra gli esami del sangue è considerato esami del sangue per il cuore:

Esami di laboratorio per malattie cardiovascolari:

colesterolo totale, colesterolemia HDL, colesterolemia LDL, trigliceridi, gamma GT, glicemia, azotemia, clearance della creatina, uricemia, transaminasi (GOT e GPT), bilirubina totale e frazionata, esame emocromocitometrico, protidemia;

Il Laboratorio Analisi Cliniche Dr. D’Errico Angelo a Vittoria RG ha ideato un check-up esami per il cuore specifico a un prezzo vantaggioso, scopri di cosa si tratta!

Tabella per il calcolo del rischio cardiovascolare

(il calcolo è effettuato secondo gli standard dell’istituto superiore di sanità)

carta del rischio cardiovascolare

Malattie cardiovascolari, una breve descrizione

Prima di parlare di prevenzione di malattie cardiovascolari, entriamo più nello specifico per definire meglio le malattie del cuore.

Come abbiamo visto, le malattie cardiovascolari hanno un’eziologia di più fattori, ovvero contribuiscono al loro sviluppo diverse cause, tra cui: età, fumo, pressione arteriosa, colesterolemia totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL. Tra le più comuni malattie del cuore, nonché letali, troviamo:

Infarto

Un grave deficit di flusso sanguigno (ischemia) è la causa dell’infarto, che si intende quale la morte di un tessuto, i sintomi variano in base all’organo colpito. Riuscire a sopravvive alla fase acuta dell’infarto comporta comunque una cicatrice di tessuto connettivo nella zona colpita che corrisponde alla perdita definitiva di parte della funzionalità di quell’organo.

Ictus

(o aploplessia o accidenti cerebrovascolari) avviene per via di un minore apporto sanguigno verso il cervello che provoca la morte cellulare. Tra i fattori di rischio soprattutto l’ipertensione e anche il Diabete Mellito e il consumo di alcol (oltre a quelli comuni alle malattie del cuore). È una grave malattia: la morte cellulare può comportare invalidità, marcata limitazione nelle attività quotidiane come pure morte.

Cardiopatia ischemica

Al primo posto assoluto come causa di morte. È la condizione in cui avviene un insufficiente afflusso di sangue e ossigeno al muscolo cardiaco. Tra i fattori di rischio anche obesità, stress e vita sedentaria.

 

Prevenzione malattie cardiovascolari, i primi 4 consigli

Alla luce di quanto individuato, per effettuare una corretta prevenzione cardiologica è opportuno prestare attenzione ad alcuni accorgimenti:

 

Prevenzione malattie cardiovascolari Vittoria RG

Prevenzione cardiovascolare, altri consigli specifici

In relazione ai fattori di rischio specifici per le malattie cardiovascolari prese in considerazione vediamo altre pratiche che è opportuno svolgere:

Prevenzione infarto e prevenzione ictus: come farla

Il principale fattore di rischio per l’ictus è l’ipertensione e oltre ai fattori comuni si presenta anche il diabete mellito e l’abuso di alcol. Per prevenire l’infarto è fondamentale prestare attenzione alla multi-fattorialità delle cause. Quindi come prevenire un ictus? Come prevenire un infarto? Segui anche queste dritte per effettuare adeguata prevenzione dell’ictus e prevenzione di infarti:

  • evita condizioni stressanti
  • modera il consumo di liquirizia
  • evita l’alcol (molto importante per prevenire un infarto)
  • segui una dieta con tanto magnesio e potassio (lo trovi in frutta, cereali e verdura)
  • controlla frequentemente la glicemia
  • evita cibi ad alto indice glicemico
  • effettua un test per la celiachia

Prevenzione malattie cardiovascolari: un ultimo consiglio

Il Laboratorio Analisi Cliniche Dr. D’Errico Angelo a Vittoria RG è costantemente impegnato a CREARE BENESSERE e lo fa attraverso le analisi di laboratorio, la sorveglianza sanitaria e l’informazione per la promozione del benessere e della prevenzione.

Resta sempre aggiornato con consigli, promozioni e approfondimenti per te e il tuo benessere. Resta in contatto con la nostra community!

Iscriviti alla nostra newsletter, iscriviti al nostro canale Youtube e seguici su Facebook!

Grazie!
Resta aggiornato su offerte e novità! Segui la community social!

Fonti ed approfondimenti: Istituto americano nazionale della salute (NIH) Istituto superiore di sanità 

ALIMENTAZIONE CORRETTA, 5 REGOLE PER MANGIARE SANO

Come seguire un’alimentazione corretta? Come mangiare sano? Che rischi ci sono a non curare l’alimentazione? Scoprilo con il Laboratorio D’Errico →Seguici su Facebook 👉►https://www.facebook.com/labora…

Rischio cardiovascolare: guida alla prevenzione cardiovascolare passo dopo passo. Il Laboratorio Analisi D’Errico di Vittoria RG ti spiega subito come prevenire ultima modifica: 27/12/2017 da Dr. D’Errico Angelo, medico chirurgo specialista in igiene e medicina preventiva, medico competente

Scrivi un Commento