Epatite A: sintomi, cause e cura

Il virus di epatite A causa un’infezione che può non avere sintomi. Ciò rende difficile la diagnosi e aumenta il rischio di complicazioni. In questo breve articolo trovi tutte le informazioni sui sintomi, la diagnosi, il contagio, la prevenzione e la cura.

Indice articolo

 

Cos’è l’epatite A?

L’epatite A è un virus che può infettare il fegato. È detta anche epatite alimentare. Di solito l’infezione va via da sola e non porta a problemi epatici a lungo termine. In rari casi, può dare problemi seri.

Anche altri virus (come epatite B ed epatite C) possono causare epatite. L’epatite A è il tipo più comune.

 

Quali sono i sintomi di epatite A?

La causa dell’epatite A è un virus. Se hai questa infezione, hai un’infiammazione del fegato. Non ha sempre sintomi e spesso si vedono solo dopo 2 settimane dal contagio.

Se hai l’epatite A, i sintomi che potresti avere sono:

  • Dolore di stomaco (sul lato destro dov’è il fegato)
  • Diarrea
  • Febbre
  • Ittero (occhi e pelle giallastri, urine scure)Mancanza di appetito
  • Nausea
  • Perdita di peso
  • Stanchezza e affaticamento
  • Urine scure e feci chiare

L’epatite A nei bambini, spesso, dà pochi sintomi.

 

Epatite A, trasmissione e contagio

L’epatite A come si trasmette?

Il contagio dell’epatite A avviene principalmente col contatto con acqua o cibo contaminato da feci infettate dal virus.

Si può trasmettere se:

  • Mangi frutta, verdura o altri alimenti contaminati durante la manipolazione. Ad esempio se il cuoco è infetto e, dopo essere andato in bagno, non lava bene le mani per cucinare
  • Mangi molluschi raccolti in acqua contaminata dal virus (tramite scarico fognario)
  • I bambini piccoli, possono toccare le feci e poi toccare oggetti che altri bambini mettono in bocca
  • Bevi acqua o mangi ghiaccio contaminato
  • Mangi frutta o verdura irrigate con acqua contaminata o chi raccoglie gli ortaggi è infetto
  • Nel cambio del pannolino, se chi lo cambia non lava bene le mani, può diffondere il virus
  • Vivi o hai rapporti sessuali con persone infette

Puoi trasmettere il virus dell’epatite A anche 3 settimane prima che i sintomi compaiano e una settimana dopo che presentano, quindi anche se non hai nessun sintomo.

epatite A alimenti a rischio

Chi è più a rischio?

Potresti essere a rischio di malattia se:

  • Vivi o hai rapporti sessuali con qualcuno infetto
  • Viaggi in paesi dove l’epatite A è comune (aree endemiche)

Sono anche a rischio:

  • Persone che hanno rapporti ano-linguali non protetti (tra uomini in particolare)
  • Chi fa uso di droga iniettandola
  • Chi contrae rapporti stretti con persone infettare (familiari, asili, scuole e case di riposo)

 

Come fare la diagnosi di epatite A?

Per l’epatite A, la diagnosi si fa tramite esame obiettivo ed esami del sangue.

Il medico ti chiederà se hai sintomi e dove e cosa hai mangiato e bevuto. Poi chiederà degli esami del sangue che permettono la diagnosi facile, tempestiva e non invasiva. Questi sono i test epatite A HAV igg e HAV igm: servono a vedere se hai gli anticorpi del virus.

Inoltre con degli esami del sangue valuterà i danni al fegato.

esami funzionalità epatica a Vittoria Ragusa

Ci sono effetti a lungo termine?

Di solito il virus non causa problemi a lungo termine o complicazioni. Il 10% – 15% di chi ha l’epatite A avrà sintomi a lungo termine o che ritornano dopo 6 / 9 mesi. In rari casi, può causare insufficienza epatica o necessità di trapianto.

 

Epatite A, cura e trattamento

Non c’è una terapia definitiva. L’epatite A va via da sola nella maggior parte dei casi. La maggior parte delle persone guarisce in pochi mesi.

Mentre hai l’epatite:

  • Riposa. Riduci le attività quotidiane finché non stai meglio. Quando hai più energia, riprendi le attività gradualmente.Se non lo fai, potresti ammalarti di nuovo
  • Bevi molta acqua per evitare disidratazione. Se puoi, bevi succhi di frutta e brodi vegetali per integrare
  • Segui un’alimentazione sana. Anche se puoi non aver fame, è importante nutrirti bene
  • Non usare alcolici o droghe. Possono peggiorare i problemi al fegato
  • Informa il medico di tutte le medicine, integratori ed erbe che usi. Non prendere medicinali senza prima consultare il medico

Se l’epatite A causa una malattia più grave, potrebbe essere necessario rimanere in ospedale per evitare problemi mentre il fegato guarisce. Il medico ti prescriverà esami per la funzionalità epatica periodici per verificare che il corpo stia guarendo.

 

Evitare di contagiare altri

In molti stati, alcuni tipi di infezioni da epatite devono essere segnalate al dipartimento sanitario locale. Anche in Italia c’è la denuncia obbligatoria. Il servizio sanitario può quindi inviare una comunicazione ad altri che potrebbero essere stati infettati. In particolare a persone che sono a stretto contatto di qualcuno con epatite A.

Per evitare di diffondere il virus agli altri:

  • Lava le mani con acqua e sapone subito dopo aver usato il bagno o cambiato un pannolino e prima di cucinare
  • Dì alle persone con cui vivi o con cui hai rapporti della tua malattia. Potrebbero essere stati contagiati. Dovrebbero chiedere al medico se hanno bisogno del vaccino o di una dose di immunoglobulina (farmaco da prendere dopo il contagio)
  • Non avere rapporti sessuali mentre sei infetto

Puoi prendere il virus dell’epatite A solo una volta. Dopo, il corpo forma una difesa contro il virus.

 

Prevenzione dell’epatite A

La prevenzione è la cura migliore.

Il vaccino è la migliore difesa. Se hai fattori di rischio dovresti vaccinarti. Se entri in contatto con persone con l’epatite A, puoi prendere un farmaco specifico entro 2 settimane (immunoglobulina). C’è anche un vaccino combinato per l’epatite A e B.

Curare l’igiene è importante. Lava sempre le mani col sapone dopo esser stato in bagno, prima e dopo la manipolazione di alimenti, dopo aver cambiato un pannolino.

Assicurati che i tuoi bambini vengano vaccinati. La società Italiana d’Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica raccomanda il vaccino per tutti i bambini ad 1 anno. Anche i bambini adottati da altri paesi devono fare il vaccino.

Usa precauzioni igieniche:

  • Lava bene le mani dopo aver usato il bagno, dopo aver cambiato un pannolino, prima di cucinare e mangiare
  • Lavare bene i piatti: in acqua calda e sapone o in lavastoviglie
  • Evita che i bambini mettano oggetti in bocca
  • Non mangiare o bere nulla che può essere preparato in condizioni poco igieniche
  • Non mangiare crostacei crudi o poco cotti
  • Se devi viaggiare in posti ad alto rischio di epatite A o in cui l’igiene è scarsa:
    • Chiedi al medico di fare il vaccino contro l’epatite A, una dose di immunoglobulina o il vaccino combinato contro l’epatite A e B
    • Bevi sempre acqua in bottiglia o falla bollire prima di berla. Evita le bevande con ghiaccio
    • Non mangiare cibi crudi non sbucciati, come frutta o verdura

Pensa al benessere, seguici su Facebook!

Vaccino per l’epatite A

Il vaccino è indicato a:

  • Chi viaggia in aree a rischio di contagio di epatite A
  • Uomini che hanno rapporti omosessuali
  • Chi ha problemi di coagulazione del sangue
  • Persone che iniettano droghe
  • Chi ha una malattia epatica cronica

Il vaccino si somministra in 2 dosi. La protezione inizia 15 giorni dopo e dura 10 – 20 anni.

Dopo la vaccinazione, il medico può richiedere un esame per verificare che il vaccino abbia funzionato.

Esiste anche un vaccino combinato anti epatite A e B.

Puoi anche prevenire un’infezione da epatite A o alleviare i sintomi dopo il contagio dal virus. Entro 2 settimane devi fare una dose di immunoglobulina. Puoi farle anche durante gravidanza o allattamento.

esami funzionalità epatica a Vittoria Ragusa

Fonti
Harrison, Principi di Medicina Interna, McGraw Hill

Scrivi un Commento