Epatite B sintomi

Se hai l’epatite B i sintomi compaiono dopo 3 mesi (a volte dopo 1 o 6). L’infezione da epatite B acuta spesso non ha sintomi. Ma se si presentano, i principali sintomi di epatite B sono: nausea, vomito, affaticamento e mancanza di appetito.

In alcuni casi la sintomatologia può essere diversa:

epatite B sintomi

Tutti i sintomi di epatite B acuta

Se hai l’epatite B, i sintomi iniziali sono spesso simili all’influenza:

  • Mal di testa
  • Stanchezza e affaticamento
  • Febbre
  • Perdita di appetito, nausea e vomito
  • Dolore addominale, sul lato destro sotto la gabbia toracica (dove si trova il fegato)
  • Feci di colore chiaro
  • Urine di colore scuro
  • Ittero. La pelle e la parte bianca degli occhi diventano gialli. L’ittero è spesso segnale di problema al fegato. Di solito inizia quando gli altri sintomi iniziano a passare.

I sintomi durano massimo sei mesi. Dopo sei mesi l’epatite è cronica.

Leggi anche: quali sono le cause di epatite B?

 

Sintomi di epatite B cronica

La maggior parte delle persone con un’infezione cronica non ha sintomi. La malattia può comunque continuare a fare danni al fegato.

Quindi puoi avere il virus senza saperlo e contagiare altri.

Leggi anche:

 

Quando vedere un medico

L’epatite B può non avere sintomi o farti sentire come influenzato. Quindi non sai se hai un’infezione finché non fai un esame del sangue (markers di epatite B). Se un familiare o qualcuno con cui vivi è infetto dovresti fare l’esame. Molte persone non sanno di avere l’epatite B finché il medico non scopre che hanno la cirrosi o il cancro al fegato.

Se pensi di aver contratto l’epatite B, contatta subito il medico. Una cura preventiva riduce il rischio di infezione se fatta entro 7 giorni dall’esposizione al virus.

Dovresti vedere un medico se:

  • Hai fattori di rischio di epatite B. Se ad esempio per lavoro maneggi sangue o fluidi corporei o hai più partner sessuali
  • Hai i sintomi di epatite B
  • A qualcuno in famiglia è stata diagnosticata l’epatite B, o al tuo partner
  • Sei stato morso da qualcuno infetto
  • Se hai toccato sangue o fluidi corporei (come sperma o fluidi vaginali o sangue mestruale) di qualcuno con l’epatite B

Chiama subito un medico o il 118 se vedi una persona con epatite B diventare incosciente.

Se hai l’epatite B, chiama subito un medico se sei molto disidratato o hai questi segnali di insufficienza epatica:

  • Irritabilità
  • Difficoltà a ragionare
  • Forte sonnolenza
  • Gonfiore a gambe, braccia, piedi, mani, pancia o viso
  • Forte sanguinamento dal naso, dalla bocca o dal retto o sangue nelle feci
  • Ematomi
  • Ittero: pelle e occhi gialli

Leggi anche: come fare la diagnosi di epatite B

Scopri l’offerta:
esami funzionalità epatica a Vittoria Ragusa

Vigile attesa

Se hai i sintomi senza capire il motivo, il medico può dirti di aspettare senza iniziare le cure. Serve a capire l’evoluzione. In realtà, per evitare il contagio dell’epatite B, l’attesa non è consigliata se hai segni del virus o pensi di essere stato contagiato. Il modo migliore per fare la diagnosi certa è l’esame dei markers epatici.

 

A chi rivolgersi

Possono diagnosticare l’epatite B:

Inoltre, altri specialisti possono collaborare col medico alla terapia:

  • Gastroenterologo
  • Epatologo
  • Infettivologo
  • Nefrologo
Fonti
Harrison, Principi di Medicina Interna, McGraw Hill

Scrivi un Commento