Vaccino per epatite B e prevenzione

L’epatite B è un’infezione molto contagiosa. È la prima causa di malattie del fegato. Il modo migliore per prevenire la malattia è fare un vaccino per epatite B (esiste anche un vaccino antiepatite B e A combinato). Inoltre, puoi prevenire l’epatite B evitando il contatto con fluidi corporei di chiunque non conosci lo stato di salute e la storia sessuale.

Come prevenire l’epatite B?

Vediamo nel dettaglio tutte le precauzioni da prendere.

Indice articolo

vaccino per epatite B prevenzione

Vaccino per epatite B

Il vaccino contro l’epatite B è il modo più efficace per prevenire l’infezione. È efficace nel 95% dei casi se fai tutte le dosi di vaccino previste (3 somministrate in momenti diversi).

Inoltre se hai contratto il virus prima di aver fatto il vaccino, puoi fare una particolare iniezione anche poco dopo. Si chiama immunoglobulina anti-epatite B. Questa, in genere, previene l’infezione finché il vaccino non ha effetto.

Se hai avuto rapporti sessuali con qualcuno che ha l’epatite B o ti sei punto per sbaglio con aghi infetti e non hai ancora fatto tutte le dosi del vaccino, dovresti fare una dose di immunoglobulina entro 7 giorni dall’esposizione al virus. Inoltre devi fare gli altri vaccini. Anche i neonati da madri infette devono fare una dose di immunoglobulina anti-epatite B entro 12 ore dalla nascita, insieme alla prima dose di vaccino anti epatite B. Assicurati che il tuo bambino faccia gli altri vaccini contro l’epatite B.

 

Il vaccino per epatite B è obbligatorio?

In Italia la vaccinazione per l’epatite B è obbligatoria dal 1991 per tutti i neonati ad un anno di età. I nati prima del ’91 (non vaccinati alla nascita) hanno l’obbligo del vaccino ai 12 anni.

 

Quando fare il vaccino anti-epatite B?

La vaccinazione è consigliata a chi presenta i fattori di rischio dell’epatite B. Come personale sanitario, persone con più di un partner e chi ha certe malattie.

Anche se non sei a rischio, puoi chiedere un parere medico per la vaccinazione.

Dopo la vaccinazione, il medico può chiedere un esame per verificare che il vaccino ha funzionato. In particolare se hai problemi del sistema immunitario, per gli operatori sanitari o se il tuo partner ha un’infezione cronica.

 

Il vaccino epatite B ha effetti collaterali o controindicazioni?

Gli effetti collaterali del vaccino si presentano solo nel 5% dei casi e possono essere:

  • febbre
  • dolori articolari
  • mal di testa
  • nausea
  • effetti collaterali tipici dell’iniezione (prurito, rossore).

L’organizzazione mondiale della sanità ha smentito altri effetti come autismo o sclerosi multipla.

Il vaccino non è indicato ha chi è allergico ai componenti del vaccino.

 

Il vaccino per epatite B quanto dura?

Questo vaccino ti protegge dall’infezione per 10 / 20 anni, previene anche l’epatite D. Esiste anche il vaccino combinato contro epatite B ed A.
Scopri l’offerta:
esami funzionalità epatica a Vittoria Ragusa

Altre misure di prevenzione

Per prevenire l’epatite B:

  • Usa sempre un preservativo durante i rapporti
  • Non condividere gli aghi
  • Non condividere spazzolini da denti, lime, tagliaunghie o rasoi
  • Indossa guanti in lattice o di plastica se tocchi sangue
  • Non fare tatuaggi o piercing se non sei sicuro che gli aghi siano stati puliti bene e sterilizzati
  • Anche quando scegli un centro estetico, assicurati che usi prodotti monouso e che il materiale sia ben pulito

Se sei a maggior rischio, puoi fare un vaccino contro l’epatite B

 

Evitare la trasmissione del virus

Per evitare la trasmissione del virus dell’epatite B (HBV) dovresti seguire alcuni accorgimenti.

Se hai la malattia, informa al più presto le persone con cui vivi e / o hai rapporti. Dovrebbero fare un esame per sapere se hanno il virus. Se hai un’infezione cronica da HBV, sei contagioso anche se non hai sintomi di malattia.

Informa della malattia il ​​medico, il dentista e chiunque viene a contatto con il tuo sangue.

Non donare sangue, organi, sperma o ovuli.

Interrompi i rapporti sessuali o usa preservativi in lattice finché il medico ti informa che non sei più contagioso. Se hai un’infezione cronica da HBV dovresti usare sempre il preservativo durante i rapporti.

Non condividere rasoi, spazzolini da denti, taglia unghie, asciugamani o lime per le unghie con nessuno.

Usa una crema idratante se hai la pelle screpolata. Le screpolature provocano lesioni da cui può passare il sangue ad altri.

Se sei incinta, dì al medico della malattia. Saprà come evitare il contagio al bambino. Il bambino dovrebbe ricevere una dose di immunoglobulina anti-epatite B entro 12 ore dalla nascita, insieme alla prima dose di vaccino anti epatite B. Assicurati che il tuo bambino faccia gli altri vaccini contro l’epatite B.

Ai bambini con l’epatite B si dovrebbe spiegare di non mordere o graffiare nessuno.

Sterilizza o pulisci bene i vestiti che si sporcano con il sangue (l’intimo in particolare).

Usa acqua e candeggina per pulire il water, i pavimenti e altre superfici sporcate da sangue o altri fluidi corporei (liquido seminale e vaginale, sangue mestruale).

Fonti
Harrison, Principi di Medicina Interna, McGraw Hill

Scrivi un Commento